Farmacovigilanza

 

Cos’è la Farmacovigilanza?

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) la Farmacovigilanza è quella scienza ed attività relative all’individuazione, valutazione, comprensione e prevenzione degli effetti avversi o di altri problemi correlati ai farmaci.

Al fine di garantire la sicurezza d'uso dei farmaci è necessario il monitoraggio continuo delle segnalazioni di sospette reazioni avverse a farmaci provenienti da diverse fonti: segnalazioni da operatori sanitari o pazienti, da letteratura scientifica, da studi clinici.

La Farmacovigilanza coinvolge quindi a diversi livelli tutta la comunità (pazienti, prescrittori, operatori sanitari, aziende farmaceutiche, istituzioni) e la segnalazione può essere effettuata non solo dall'operatore sanitario ma anche, direttamente, dai cittadini.

La raccolta di tali informazioni è essenziale per permettere alle strutture deputate alle attività di Farmacovigilanza di definire e mantenere aggiornato il profilo di tollerabilità e sicurezza dei farmaci (benefici verso rischi) nelle reali condizioni d'impiego.

La Farmacovigilanza è un'attività obbligatoria per legge, prevista dalle Autorità sanitarie italiane e internazionali.


Che cosa si intende per reazione avversa?

"Una reazione avversa è un effetto nocivo e non voluto conseguente all’uso di un medicinale”

  • conformemente alle indicazioni contenute nell’autorizzazione all’immissione in commercio (ovvero in accordo a quanto descritto nel Foglietto Illustrativo e al Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto),
  • agli errori terapeutici,
  • agli usi non conformi alle indicazioni contenute nell’autorizzazione all’immissione in commercio, incluso il sovradosaggio, l’uso improprio, l’abuso del medicinale,
  • nonché associato all’esposizione per motivi professionali.

Al fine di aumentare la sicurezza risulta estremamente importante raccogliere tutte le informazioni sulle reazioni avverse da farmaci e sul loro utilizzo in maniera non appropriata.

Cosa fare nel caso pensiate di aver avuto una reazione avversa da un farmaco?

Per prima Segnalare tempestivamente al medico curante o a un altro operatore sanitario che cosa è avvenuto lei o alla persona per la quale intende effettuare la segnalazione.
Inoltre può procedere ad effettuare la segnalazione spontanea di sospette reazioni avverse. Tale operazione può essere eseguita direttamente dai singoli pazienti/cittadini che dagli operatori sanitari, attraverso i moduli scaricabili dal sito dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) nella sezione “Modalità di segnalazione delle sospette reazioni avverse ai medicinali” alla quale si accede tramite il link sotto indicato:

Link

Se ha assunto un farmaco del gruppo FARMIGEA  e intende segnalare un effetto indesiderato al responsabile di Farmacovigilanza di FARMIGEA per la sicurezza dei farmaci può compilare l’apposito modulo cliccando qui:

Scrivici

Fornendo le seguenti informazioni:

  • - Soggetto/paziente che ha manifestato l’effetto indesiderato: iniziali di nome e cognome, genere, età, C.A.P di residenza
  • - Farmaco FARMIGEA: nome del farmaco assunto
  • - Effetto indesiderato: descrizione dell’effetto
  • - Segnalatore: nome e cognome della persona che segnala, email, occupazione